Image

Annunci
Lascia un commento

1 Commento

  1. Omissis

     /  luglio 19, 2012

    Ho imparato che esprimere critiche, o altresi, pareri ed opinioni avverse, negli spazi dediti ai commenti sulle pagine internet non ha senso, in quanto la possibilità di volgere lo sguardo altrove è già di per se indice di detrazione o scarso interesse all’ argomento; il lato negativo di tale democratica opportunità consiste che l’ autore di tale pagina non avrà alcun sentore di quella visita, in virtù di ciò l’ invisibilità si ripercuote sull’ avventore.
    Debbo.
    Nonostante la mia valutazione nel complesso negativa nei confronti di questo suo libro, non le esporrò in questa sede i dettagli di quel sentimento da esso suscitato che esprimerei col termine: “delusione”; mi limiterò sinteticamente a comunicarle che ho riscontrato banalità, retorica e superficialità (*) nell’ affrontare argomenti che riguardano quella che potremmo definire, usando un espressione desueta, ma tutt’ ora permeata di romanticismo, l’ “altra metà del cielo” e della cui opinione poco si tiene conto, se non attraverso lacunose e sporadiche citazioni.
    Daltronde il libro lo ha scritto lei nella piena libertà di esprimere un proprio punto di vista, che tale rimane.
    Volgere ogni esperienza al positivo è prassi che mi contraddistingue; perciò termino tramutando la critica in un ringraziamento, per avermi comunque portato a compiere un ulteriore ampia riflessione su tematiche che dovrebbero coinvolgere maschi e femmine, la “questione esseri umani, trascendendo i generi”.
    Ho persino pensato di approfittare dell’ opportunità di trarre spunto ed ispirazione dal suo libro cimentandomi nella scrittura di un testo che ne sià una replica contrapposta.
    In passato ho accarezzato talvolta l’ idea di uno scritto a quattro mani…
    ma lascio a lei la valutazione nel considerare, o meno, l’ ultima frase un invito.

    (*) Ecco cosa succede quando è un maschio a leggere un libro che, per impronta stilistica, parrebbe indirizzato ad un pubblico femminile; che fosse questo uno degli obiettivi (indi centrato) del suo libro?

    – – – – – –

    Voglio spendere due righe per una “autoironica” breve presentazione onde permetterle di meglio comprendere il mio commento.

    Uomo, 42 anni, operaio, titolo di studio “Licenza media inferiore”, pittore autodidatta, “genio potenziale” seppellito da una imminente necessità di provvedere alla sopravvivenza, di tanto in tanto pigro. Amante di tutto ciò che può avvicinarmi e condurmi verso la verità, anche attraverso il confronto con quelle creature talvolta inavvicinabili, affascinanti e soffici che sono le donne, e del cui amore ovunque si narra, ma che lontano si tiene dal sottoscritto reo soltanto, forse, di non saperlo ricercare.

    Cordialmente.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: